La fase iniziale della configurazione del marchio, accuratamente ideato da una pittrice toscana, si è avviata con un’oculata valutazione di varie idee al fine di evidenziare l’origine regionale Toscana del percorso di produzione e l’orgoglio per la nostra storia gastronomica apprezzata in tutto il mondo. Ne consegue che come sfondo dell’icona di Luna Toscana, è stato disegnato un tipico paesaggio del posto: morbide, rotondeggianti e basse colline che ospitano da secoli le famose coltivazioni di olive, uve e grani.

Successivamente sui colli abbiamo aggiunto un gallo. L’origine della parola “Gallo”, già descrive il nostro intento: “gridare, chiamare, risuonare”. Questo è ciò che ci stiamo prefiggendo: far “risuonare” con forza, qualità e tradizione. Il gallo evoca concetti quali gioia, allegria, e superbia, in questo caso fierezza per la nostra gamma e dignità per gli usi e costumi trasmessi dai nostri avi. Il simbolo di quest’animale richiama anche caratteristiche quali galanteria, vivacità e intraprendenza, mentre il suo habitat, l’aia, rimanda in ogni caso alla fattoria. Questa figura è ravvivata ulteriormente da una tensione ascensionale che lo fa protendere verso la luna e vibrare il suo canto che lo rende così celebre. Il gallo è spesso associato al sole, ciò nonostante nel nostro caso abbiamo scelto la luna come astro distintivo, infatti il verso le volatile, per quanto spesso ricordi l’alba, riecheggia volentieri nella notte. La terza vigilanza di guardia notturna delle divisioni greche e romane era denominata appunto “canto del gallo”, e nella stessa misura noi vogliamo vigilare attentamente sulle decisioni che riguardano la qualità delle nostre confetture extra. Quindi sulle colline, dialogando con il gallo in primo piano, si affaccia sospesa la falce lunare a coronamento del nostro logo.

La luna celebra la serenità che vogliamo trasmettere in fatto di fiducia. Abbiamo eletto l’emblema del satellite per la sua visibilità, identificabilità ed eleganza estetica. Anche qua abbiamo trovato ispirazione nell’etimologia della parola che deriva da concetti come “luminoso”, “brillante”, “splendore” e ricorda la luce che scandisce con chiarezza il nostro percorso contrassegnato dalla ricercatezza delle materie prime. Infine il nostro studio alla volta dell’eleganza ci ha portato all’abbinamento di colori classici quali l’oro, il bianco e il nero. Il nostro marchio scrupolosamente ideato vuole dunque trasmettere la finezza delle nostre confetture extra.